Rafael Anton Irisarri

Agitas Al Sol

2022 (Room40) | ambient-drone

Nel 2019 Rafael Anton Irisarri ci aveva consentito di conoscere una parola ancora semisconosciuta, ma di cui sentiremo parlare e di cui a breve capiremo in prima persona il vero significato, “Solastagia”, termine coniato dallo psicologo Glenn Albrecht che definisce il malessere individuale causato dai cambiamenti climatici. Da questo disagio nasceva un lavoro tipicamente irisarriano che oggi vede in “Agitas Al Sol” un secondo capitolo sul medesimo tema.

Già il titolo, quasi in anagramma di solastalgia, ci indica una continuità e una volontà di perseguire sui medesimi temi, tanto cari a Irisarri. Quindi due lunghe opere di circa venti minuti ciascuno, registrate nel 2019 per essere riproposte oggi. Sia “Atrial” che “Cloak” confermano lo stile che è il marchio di fabbrica di Irisarri, il musicista ambient che più d'ogni altro è riuscito a creare un suo suono, una sua materia sonora riconoscibile tra mille altre. Due lunghe suite elettroniche che ricordano le sue precedenti grandi opere senza particolari rinnovamenti.

“Atrial” ha quel suono che tipicamente ha segnato la carriera di Irisarri, pluristratificato, compatto e glaciale, mentre "Cloak" avanza lentamente ma inesorabilmente verso scenari cosmici e angoscianti. Se Irisarri con queste due lunghe suite vuole darci un squarcio del futuro del “mondo nuovo” che ci aspetta, di sicuro pensa a un futuro desolante percepito come un evento infausto visibile a tutti, che quindi opprime già il nostro presente.

 

Aldous Huxley nel suo “Il mondo nuovo” (“Brave New World”) fu persino troppo ottimista.

(13/08/2022)

  • Tracklist
  1. Atrial
  2. Cloak
Leandro Fresco & Rafael Anton Irisarri su OndaRock
Recensioni

LEANDRO FRESCO & RAFAEL ANTON IRISARRI

Una Presencia En La Brisa

(2020 - A Strangely Isolated Place)
Seconda collaborazione tra New York e Buenos Aires dei due compositori

RAFAEL ANTON IRISARRI

Peripeteia

(2020 - Dais Records)
Un apparente punto di svolta per l'affermato compositore americano

RAFAEL ANTON IRISARRI

Solastalgia

(2019 - Room40)
Il compositore americano descrive la paura e l'angoscia per gli inarrestabili cambiamenti climatici

RAFAEL ANTON IRISARRI

Midnight Colours

(2018 - Geographic North)
La colonna sonora del giorno del giudizio e della "mezzanotte" dell'umanità

RAFAEL ANTON IRISARRI

Sirimiri

(2018 - Umor Rex)
Dopo la mezzanotte emergono lievi barlumi di luce nell'estetica del compositore americano

RAFAEL ANTON IRISARRI

El Ferrocarril Desvaneciente

(2018 - Umor Rex)
Il compositore americano arricchisce il suo catalago di musica per ambienti

LEANDRO FRESCO & RAFAEL ANTON IRISARRI

La Equidistancia

(2017 - A Strangely Isolated Place)
Ibridazione perfetta nell'inedita collaborazione di uno dei maestri dell'elettronica contemporanea

GAILES

Seventeen Words

(2017 - Ba Da Bing Records)
Rinnovata collaborazione tra due pilastri dell'elettronica di ricerca contemporanea

RAFAEL ANTON IRISARRI

The Shameless Years

(2017 - Umor Rex Records)
L'impietosa descrizione della moderna società americana diventa l'emblema degli attuali "anni ..

RAFAEL ANTON IRISARRI

Will Her Heart Burn Anymore

(2015 - Room40)
Solo sessanta copie per questo piccolo gioiello firmato dall'impressionista americano

RAFAEL ANTON IRISARRI

A Fragile Geography

(2015 - Room40)
L'artista americano firma un disco-emblema dell'attuale avamposto della musica atmosferica

RAFAEL ANTON IRISARRI

The Unintentional Sea

(2013 - Room40)
L'angosciante storia del lago Salton ispira la nuova opera ambient del polistrumentista californiano

THE SIGHT BELOW

It All Falls Apart

(2010 - Ghostly International)
Ambient-techno e carezze dreamy in un'emozionante sintesi elettronica

RAFAEL ANTON IRISARRI

Daydreaming

(2007 - Miasmah)
Un nuovo, delicato intreccio tra pianoforte ed elettronica

News
Rafael Anton Irisarri sul web