AA.VV.

Ref. 907 (ristampa)

2013 (Spittle-Italian Records / Goodfellas) | synth-wave, white-funk

Continua la mole di ristampe che celebrano gli anni Ottanta musicali italiani. Ad essere riportata alla luce, sempre dalla illuminata Spittle, è un'oscura compilation, pubblicata originariamente dalla fondamentale etichetta bolognese Italian Records nell'81, denominata “Ref. 907”.
In questa raccolta, il cui titolo indica semplicemente l'ordine progressivo del catalogo della label,  venivano presentati quelli che erano i fermenti synth-wave e white-funk tramite cinque formazioni che poi, come testimonierà la storia, spariranno nel nulla.

Ad essere inseriti nella scaletta furono i romani Eurotunes, i ternani Ipnotico Tango, i bolognesi Metal Vox e Absurdo, i modenesi Kerosene, ora ripescati dal dimenticatoio grazie a questa preziosa riedizione che esce in vinile, con cd allegato, e che comprende anche ulteriori pezzi, non presenti nella prima stampa, degli Absurdo e degli Eurotunes.
Questi ultimi aprono la raccolta con un sound electro-wave dal piglio sotto sotto pop, soprattutto nel cantato, e che fanno immaginare Simon Le Bon accasato presso i Cabaret Voltaire o i primissimi Human League.

Gli umbri Ipnotico Tango invece trasferiscono, con le loro tre composizioni, in mondi molto più neri e inquietanti con linee di basso taglienti e dark e un cantato in italiano decisamente sul filone gotico, tutto su basi sempre elettroniche. Il finale della prima omonima canzone sembra poi essere prodotta da Martin Hannett, poiché rimanda ai pulsanti suoni di “She Lost Control” dei Joy Division.
La curiosità è poi che gli Ipnotico Tango ben presto cambieranno nome in My Mine e realizzeranno un brano come “Hypnotic Tango” che sarà un successo italo-disco internazionale campionato anche da gente come Carl Craig in “Rushed” e dai Bandulu in “Amarath”, se non addirittura coverizzati totalmente dai Master Blaster.

I bolognesi Metal Vox sono gli unici che pubblicheranno anche altri lavori (tra cui il raro album “Self Made Man”, sempre su Italian) e che qui si presentano con delle soluzioni assimilabili ai Gaznevada versione post-punk, aggiungendovi però uno stile compositivo più dadaista e sperimentale che apre maggiormente alla parte sintetica.
I concittadini Absurdo sono quelli probabilmente più intriganti, perché sposano la materia funk rendendola algida proprio come sapevano realizzare magistralmente i mai troppo lodati Cabaret Voltaire, così come i fenomenali 23 Skidoo. Base ritmica più dinamica e ballabile, dunque, ma immersa in un brodo pseudo-industriale pieno di smog e di futurismi inquietanti, con una voce nervosa al fianco. Piacciono poi gli extra della band, probabilmente anche più penetranti di quelli originariamente pubblicati sull'album.
C'è del funk bianco anche nei Kerosene, anche loro capaci di avere un groove che si stampa in testa, una chitarra che disegna essenziali note che fanno sanguinare e un cantato sempre epilettico ed effettato che fa la sua bella figura perversa insieme alle costanti basi elettroniche. Qui poi si aggiunge anche un sax a rendere il tutto ancor più schizzato.

Non resta che ricordare quanto sia importante recuperare progetti come questo, in grado di far tornare alla luce testimonianze di un panorama artistico che all'epoca aveva veramente tanti stimoli anche nei nomi più sotterranei e che agiva in parallelo a generi e nomi stranieri (Throbbing Gristle, Cabaret Voltaire, Scritti Politti, Coil e numerosi altri) dimostando come, in quel particolare periodo storico, l'Italia non fosse affatto in ritardo rispetto ad altri fermenti artistici oltre confine.

(15/05/2013)

  • Tracklist
  1. Eurotunes "European Progress"
  2. Eurotunes "I Git The Beak"
  3. Eurotunes "Osaki Motion"
  4. Ipnotico Tango "Ipnotico Tango"
  5. Ipnotico Tango "Erotico Mango"
  6. Ipnotico Tango "Spasmodico Rango (Carneficina Colors)
  7. Metal Vox "Future World"
  8. Metal Vox "Tv Hero"
  9. Metal Vox "Infinity"
  10. Absurdo "Out o'Vell"
  11. Absurdo "Audio Output"
  12. Absurdo "Sex In Ball"
  13. Kerosene "Meccano"
  14. Kerosene "Jazz Rock"
  15. Kerosene "Stivali"
  16. Absurdo "Sense Of Humour"
  17. Absurdo "Alcatraz"
  18. Absurdo "Psuedofano"
  19. Absurdo "Autovehicles"
  20. Absurdo "Little Road Girl"
  21. Eurotunes "Five Years Ago"
  22. Eurotunes "African Beguine"
  23. Eurotunes "Magic"




AA.VV. on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.