Caribou

Our Love

2014 (City Slang) | electro, alt-pop

Si legge Caribou ma s’intende Daphni. La nuova incarnazione di Daniel Snaith, per “Our Love”, di fatto successore di “Swim”, è in profondità un approccio sempre più stretto con il suo alter-ego della pista da ballo, appunto Daphni, sopra il compositore a tecnica mista delle opere a nome Manitoba, di album come “Milk Of Human Kindness”, persino del meta-rocker di “Andorra”.
“All I Ever Needed”, “Back Home”, uno dei suoi acuti di questa fase, e “Silver” sono così falsetti elettronici chic che testimoniano l’approdo definitivo alla canzone techno, ma sono anche nuovi momenti di revival - stavolta del pop sintetico di tre decadi or sono - da aggiungere ora un po’ forzosamente al suo già ampio carnet di revival.

Snaith però è troppo facilone nel farsi prendere la mano. La Daft Punk-iana “Can’t Do Without You”, la strumentale “Mars”, con uno spunto da colonna sonora di film blockbuster anni 80, il vacuo mixtape della title track, il canto stereotipato con tanto di strilletti alla Mariah Carey che sciupa gli staccato psichedelici in “Second Chance” e la letargica andatura da club che rovina il battito ping-pong e altri nuovi intermezzi lisergici in “Your Love Will Set You Free” sono tutti brani diluiti e ripetitivi, senza vere idee o semplicemente senza una direzione.
Di poche pretese ma tutto sommato d’effetto, il suo vero stile di manipolatore electro-shoegaze emerge ritradotto nei due brevi “Julia Brighty” e “Dive”, tristemente declassato a intermezzo riempitivo.

Influenzato dal soul-step e da tutte, proprio tutte le altre tendenze esteriori dell'elettronica, è un disco facile e imitativo che fa scivolare l’autore nel lungo anonimato degli epigoni di Prince. La restituita collaborazione di Owen Pallett, successiva a quella di Snaith nel pregevole “In Conflict”, non ha risvolti apprezzabili. Edito da Merge negli Stati Uniti.

(08/10/2014)

  • Tracklist
  1. Can’t Do Without You
  2. Silver
  3. All I Ever Need
  4. Our Love
  5. Dive
  6. Second Chance
  7. Julia Brighty
  8. Mars
  9. Back Home
  10. Your Love Will Set You Free
Caribou su OndaRock
Recensioni

CARIBOU

Swim

(2010 - City Slang / Cooperative Music)
La nuova deviazione della poliedrica personalità di Dan Snaith

CARIBOU

Andorra

(2007 - Merge)
Caribou torna. E ancora una volta: sixties pop meets psych

CARIBOU

Tour Cd 2005

(2005 - Domino)

News
Caribou on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.