Eagles Of Death Metal

Peace, Love, Death Metal

2004 (Rekords Rekords) | roots-rock

Josh Homme, oggi, può togliersi qualsiasi sfizio. E' famoso, rispettato e stimato e non potrebbe chiedere di più. La cavalcata delle sue "regine dell'età della pietra" è stata granitica e trionfale.
Chitarrista dei Kyuss, Homme forma i Queens Of The Stone Age con il bassista Nick Oliveri debuttando con l'album omonimo del 1998. Nel 2000 arrivano gli esperimenti stilistici di "Rated R" e nel 2002 il successo è definitivo con "Songs For The Deaf " dove le "regine" offrono una specie di classicismo hard-rock con l'innesto di Dave Grohl (Nirvana e Foo Fighters) alla batteria e della voce di Mark Lanegan (Screaming Trees).

Nel 2003 Josh Homme ritrova un vecchio e strambo amico: un baffuto chitarrista/cantante dallo sguardo psicotico di nome Jesse "the devil" Hughes.
I due si sono conosciuti al college, ma, dopo il diploma, prendono strade diverse: Jesse comincia a studiare giornalismo all'università della California, mentre Homme fonda i Kyuss. Nello stesso anno in cui esce il primo disco dei Queens Of The Stone Age, vengono pubblicati gli episodi 3 e 4 delle celebri "Desert Sessions", ovvero un progetto parallelo che vede Homme riunirsi con alcuni amici in sperduti studi di registrazione in mezzo al nulla. Ecco, quindi, comparire per la prima volta il nome Eagles Of Death Metal: praticamente un progetto parallelo di un progetto parallelo. A formare il gruppo, appunto, Hughes e Homme, alla batteria sotto le mentite spoglie di Carlo Von Sexron o, se si vuole, Baby Duck.

Ritorniamo al 2003. A completare il gruppo arriva il chitarrista Tim Vanhamel (Deus e Millionaire) e gli Eagles Of Death Metal si ritrovano a registrare quello che sarà il loro primo album. Homme continua con le sue "regine", ma a un concerto riesce a scatenare la curiosità dei fan esibendo una maglietta del suo nuovo gruppo. Il singolo "I Only Want You", ancora in fase preparatoria, finisce su internet e la band diventa un affascinante mistero. A novembre il mistero è risolto: gli Eagles Of Death Metal fanno la loro prima comparsa dal vivo come spalla dei Placebo. Dopo mille peripezie, il loro album d'esordio "Peace, Love And Death Metal" viene pubblicato nel marzo del 2004 per l'etichetta dello stesso Homme, la Rekords Rekords.

La loro musica non ha particolari pretese. Intrattenimento di alto livello suonato con potenza e senso dell'umorismo.
In questi tempi di autentico riciclaggio degli anni 60 e 70 (vedi Kings Of Leon e derivati), gli Eagles Of Death Metal offrono un sapiente mix di classico e moderno con un pizzico di irriverenza e un gusto per l'esagerazione decisamente irresistibile.
Jesse "the devil" Hughes sembra uscito direttamente da un fumetto, con un look paradossale fatto di occhiali nerd, grossi baffoni, enormi tatuaggi sparsi per il corpo e improbabili cappelli di pelle nera. Il suo modo di cantare sguaiato e sbruffone mette insieme i Village People, Robert Plant ed Elvis Presley.
Accompagnato dalla seconda chitarra e da una batteria ossessiva e ignorante che rimanda direttamente alle grandi bacchette femminili Moe Tucker e Meg White, il sound del gruppo è a dir poco travolgente.

Il singolo "I Only Want You" ha il sapore di alcune durezze degli anni 70. "Speaking In Tongues", "Stuck In The Metal" e "Whorehopping" dimostrano come riproporre il vecchio garage di Detroit in maniera alternativa agli Strokes.
I vecchi Rolling Stones rivivono nel rock-blues elettrico di "So Easy" e vengono quasi dissacrati in "Bad Dream Mama" e in "English Girl". Gli Eagles Of Death Metal sanno rallentare, come nel blues sonnolento di "Already Died", e accelerare come in "Kiss The Devil".
I Village People divertono ancora nei falsetti di Hughes che raccontano assurde storie di deserto, diavoli e donne. "Midnight Creeper" e "Wastin' My Time" sono deliziosi echi di bluegrass del deserto.

Un gruppo, quindi, che non ha niente a che vedere con il suo nome, dato che non c'è una nota di metal in questo disco. Gli Eagles Of Death Metal sono il vostro gruppo del momento, anche se non li avete ancora ascoltati

(12/12/2006)

  • Tracklist
  1. I Only Want You
  2. Speaking in Tongues
  3. So Easy
  4. Flames Go Higher
  5. Bad Dream Mama
  6. English Girl
  7. Stacks o' Money
  8. Midnight Creeper
  9. Stuck in the Metal
  10. Already Died
  11. Kiss the Devil
  12. Whorehoppin (Shit, Goddamn)
  13. San Berdoo Sunburn
  14. Wastin' My Time
  15. Miss Alissa
Eagles Of Death Metal on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.