Rome

Die Aesthetik Der Herrschaftsfreiheit

2011 (Trisol) | neo-folk

Il nuovo lavoro di Jerome Reuter (in arte Rome) è un triplo cd che contiene, nel complesso, la bellezza di trentasei brani; un'opera sicuramente imponente, realizzata da un'artista a dir poco prolifico che ha pubblicato cinque full-length e tre mini-cd in poco più di quattro anni.
Partito dalla rilettura in chiave intimista delle sonorità neo-folk dei Death In June, il progetto Rome ha successivamente abbracciato anche il cantautorato tout-court; in particolare in "Flowers From Exile" (2009) e "Nos Chants Perdus" (2010) emergevano le influenze di artisti come Jacques Brel e Leonard Cohen.
Ispirato anche dal romanzo di Peter Weiss "L'estetica della resistenza", questo "Die Aesthetik Der Herrschaftsfreiheit" ("L'estetica della libertà dal dominio", letteralmente, ma anche "L'estetica dell'autonomia", "L'estetica dell'anarchia"), tratta appunto il tema della rivolta nell'ambito dei più svariati contesti socio-culturali.

Può essere considerata un'opera multimediale, in quanto non consta solo dei tre cd, ma anche di corposi libretti rilegati con copertina rigida; il cofanetto in edizione limitata è andato subito esaurito, ma per fortuna la Trisol ha in seguito messo in commercio, singolarmente, i tre compact disc relativi ai tre capitoli dell'opera.
Le numerose tracce del cofanetto spaziano pertanto nei territori familiari a Rome, in quello che per certi aspetti è il suo lavoro più eterogeneo - complice la lunghezza dell'opera. Lungo i tre capitoli ("Aufbruch Or A Cross of Wheat", "Aufruhr Or A Cross Of Fire" e "Aufgabe Or A Cross Of Flowers") Jerome, aiutato da Patrick Damiani, passa pertanto in rassegna il martial-industrial e il neo-folk acustico, ma anche la dark ballad cantautorale e lo spoken-word recitato su tappeti sonori ambient.

La qualità complessiva di "Die Aesthetik..." è senza dubbio superiore alla media del settore (le belle tracce non mancano), ma il lavoro soffre di una certa prolissità - i numerosi spoken-word, seppur evocativi e funzionali al concept, tendono ad appesantire l'opera, inoltre non tutti i brani hanno beneficiato in eguale misura del talento dell'artista lussemburghese, rendendo il lavoro nel suo complesso meno riuscito dei precedenti.
Uscita imprescindibile per i die-hard fan del progetto, quelli che hanno "spazzato via" la tiratura iniziale di 999 copie e quelli che, ritardatari, dovranno accontentarsi dell'acquisto dei tre cd "singoli".

(03/05/2012)



  • Tracklist

Band 1: Aufbruch or A Cross Of Wheat

  1. The Chronicles Of Kronstadt
  2. The Angry Brigade
  3. The Spanish Drummer
  4. To Teach Obedience
  5. The Death Of Longing
  6. Our Holy Rue
  7. The Night-Born
  8. The Pyre Glade
  9. In Cruel Fire
  10. A Pact Of Blood
  11. The Merchant Fleet
  12. A Cross Of Wheat

Band 2: Aufruhr or A Cross Of Fire

  1. The Brute Engine
  2. Seeds Of Liberation
  3. To Each His Storm
  4. Sons Of Aeeth
  5. August Spies
  6. To Be Governed
  7. Families Of Eden
  8. Red Years - Black Years
  9. Little Rebel Mine
  10. The Breaking Part
  11. Eagle And Serpent
  12. A Cross Of Fire


Band 3: Aufgabe or A Cross Of Flowers

  1. The Conquest Of Violence
  2. All For Naught
  3. You Threw It At Me Like Stones
  4. Automation
  5. Time And Tide
  6. Dawn And The Darkest Hour
  7. Years Of Abalone
  8. Petrograd Waltz
  9. Disbandment
  10. Ballots And Bullets
  11. Appeal To The Slaves
  12. A Cross Of Flowers
Rome su OndaRock
Recensioni

ROME

Le Ceneri di Heliodoro

(2019 - Trisol)
Jérôme Reuter realizza una poetica meditazione sulla crisi che attanaglia il continente ..

ROME

Hall Of Thatch

(2018 - Trisol)
Jérôme Reuter torna con un nuovo disco per Trisol, ispirato a un viaggio in Vietnam

ROME

The Hyperion Machine

(2016 - Trisol)
Il ritorno di Jerome Reuter, cantore neofolk del nuovo millennio

ROME

A Passage To Rhodesia

(2014 - Trisol)
Il lussemburghese torna con un concept sulla breve ma tormentata storia della Rhodesia

ROME

Hell Money

(2012 - Trisol)
La definitiva metamorfosi cantautorale del principe del neo-folk

ROME

Flowers From Exile

(2009 - Trisol)
Puntuale nuova uscita per il prolifico progetto dark-folk del songwriter Jerome Reuter

ROME

Masse Mensch Material

(2008 - Cold Meat Industry)
La dark-wave dell'artista lussemburghese, alla terza prova

ROME

Confessions d'un Voleur d'Ames

(2007 - Cold Meat Industry)
Secondo, intenso album per la nuova stella della scena dark europea

News
Rome on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.