Stranglers

Feel It Live!

2013 (Edel) | alt-rock

È un dato di fatto: i dischi non si vendono più, e se una qualsiasi band desidera quanto meno sopravvivere deve mettersi l’anima in pace: occorre andare perennemente in tour. Se poi ci si ritrova nella condizione di non avere più molto di nuovo da dire il risultato sarà quello della proliferazione di album live.
La pubblicazione di “Feel It Live!” rappresenta il resoconto dal tour promozionale di “Giants” la recente raccolta di inediti prodotta dagli Stranglers, storico gruppo inglese che contribuì nella seconda metà degli anni 70 a dare corposità all’onda lunga del punk.

“Feel It Live!” mostra una band che a fatica riesce a riproporre il furore di quell’epoca, rimanendo anche distante tanto dagli esperimenti electro quanto dalle divagazioni dark-wave che caratterizzarono altri frangenti di una carriera quasi quarantennale.
Oggi gli Stranglers suonano come un’onesta band alt-rock, con un repertorio senz’altro importante e le ben note spiccate capacità tecniche, elemento che li caratterizzava in positivo già durante gli anni del punk. Il piglio è però un tantino spuntato, e le composizioni più recenti non reggono quasi mai il confronto con i brani storici, restando inesorabilmente schiacciati sotto il peso di una discografia enciclopedica, e peccando di scarsa originalità.

La line up attuale vede confermata la presenza del cantante/chitarrista Baz Warne (colui che dal 2006 è succeduto al ruolo che fu di Hugh Cornwell e Paul Roberts) accanto ai membri storici Jean-Jacques Burnel (basso e voce), Dave Greenfield (tastiere) e Jet Black (batteria).
Certo che riascoltare i synth di “The Raven” fa sempre un bell’effetto, così come l’immersione nelle gemme del primissimo periodo (l’esordio “Rattus Norvegicus” del 1977 viene riproposto per gran parte). Gli inguaribili nostalgici non mancheranno di godere sulle nuove versioni dei celeberrimi cavalli di battaglia (le conclusive “Duckess” e “Tank” su tutte ): questo disco è destinato soprattutto a loro. Difficile invece che “Feel It Live!” possa riuscire nell’intento di allargare la base degli estimatori, conducendo nuovi adepti verso i lidi degli Stranglers.

(24/10/2013)

  • Tracklist
  1. Waltz In Black
  2. Burning Up Time
  3. The Raven
  4. Lowlands
  5. Hanging Around
  6. Unbroken
  7. Time Was Once On My Side
  8. Sometimes
  9. Giants
  10. Peaches
  11. Mercury Rising
  12. 5 Minutes
  13. Relentless
  14. Lost Control
  15. Something Better Change
  16. Freedom Is Insane
  17. No More Heroes
  18. Boom Boom
  19. Nice ‘N Sleazy
  20. Duchess
  21. Tank
Stranglers su OndaRock
Stranglers on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.