Ty Segall

Harmonizer

2021 (Drag City) | psych-rock

Pubblicato senza alcun preavviso a inizio agosto su tutte le principali piattaforme digitali, “Harmonizer” - album che segue di due anni il precedente “First Taste” - vedrà la luce anche in formato fisico il prossimo ottobre. Co-prodotto e co-mixato assieme a Cooper Crain presso gli Harmonizer Studios di Topanga, in California, questo progetto vede la partecipazione di Denée Segall, che ha scritto i testi e cantato in “Feel Good”, occupandosi anche dell’artwork, e di diversi membri della Freedom Band: il bassista Mikal Cronin, il batterista e percussionista Charles Moothart, il chitarrista Emmett Kelly e il pianista Ben Boyer.

Da un musicista come Ty Segall, che ha prodotto svariate decine di dischi, sia come solista, sia a nome della band, sia affidandosi alle più svariate collaborazioni, più o meno occasionali, non si può certo pretendere ogni volta il colpo di genio. E “Harmonizer” in effetti non lo assesta: si tratta di un lavoro che si pone in scia alle sue opere migliori, al quale manca però la spunto determinante per agguantare l’eccellenza. “Whisper” ed “Erased” rappresentano un buon inizio, dopo la breve introduzione strumentale di “Learning”, ma è nella seconda metà che il disco presenta i frangenti migliori.

E questi arrivano in particolare con la scarica adrenalinica di “Waxman”, degna erede dei momenti migliori dei Fuzz, e con la già citata “Feel Good”, che grazie all’apporto della voce femminile fa segnare una significativa discontinuità.
In tutto 35 minuti di sano psych-rock, genere nel quale Segall è da anni un’autorità globale, e che ne confermano lo status di autorevolezza e rispettabilità. Ma per avere un altro pazzesco caleidoscopio sonoro, come fu nel caso di “Freedom’s Goblin” tre anni or sono, dovremo aspettare il prossimo giro.

(06/08/2021)

  • Tracklist
  1. Learning
  2. Whisper
  3. Erased
  4. Harmonizer
  5. Pictures
  6. Ride
  7. Waxman
  8. Play
  9. Feel Good
  10. Changing Contours
Wasted Shirt su OndaRock
Recensioni

WASTED SHIRT

Fungus II

(2020 - Famous Class)
L'urticante combinazione tra la chitarra di Ty Segall e la batteria di Brian Chippendale

TY SEGALL

Deforming Lobes

(2019 - Drag City)
Otto tracce di pura energia registrate dal vivo nel 2018 e masterizzate da Steve Albini

TY SEGALL

First Taste

(2019 - Drag City)
Lo psych-rock del genietto californiano si apre verso nuovi ulteriori orizzonti sonori

TY SEGALL

Freedom's Goblin

(2018 - Drag City)
Grande libertà espressiva nel monumentale doppio album del rocker californiano

TY SEGALL

Fudge Sandwich

(2018 - In The Red)
Undici cover a colpi di fuzz: così il genietto californiano omaggia alcuni dei propri eroi ..

TY SEGALL

Ty Segall

(2017 - Drag City)
Secondo album eponimo per il californiano, prodotto a sorpresa da Steve Albini

TY SEGALL

Emotional Mugger

(2016 - Drag City)
Prosegue la saga garage dell'ultimo menestrello del rock'n'roll

TY SEGALL

Manipulator

(2014 - Drag City)
Il disco del probabile sdoganamento per il rocker di Laguna Beach

TY SEGALL & MIKAL CRONIN

Reverse Shark Attack

(2013 - In The Red)
Ristampata la collaborazione tra le due stelle del garage-rock

TY SEGALL

Sleeper

(2013 - Drag City)
Un disco terapeutico per Ty, dedicato al padre appena scomparso

TY SEGALL

Twins

(2012 - Drag City)
Quarto Lp in un anno per il "mostro" di Laguna Beach

News
Ty Segall on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.