Burial

Subtemple

2017 (Hyperdub) | ambient, dubstep

Dopo aver riletto il pioniere Goldie in occasione del Record Store Day, la punta di diamante della Hyperdub conferma il suo ritrovato attivismo e si ripresenta alla sua maniera, sganciando a sorpresa il presente Ep da due tracce, intitolato "Subtemple". Come da consuetudine, anche in questa nuova produzione il musicista londinese punta tutto sulla sostanza, senza badare minimamente alla propria "immagine", così come a cover ammiccanti e altre diavolerie con fini meramente promozionali. Il suo intento è semplicemente diffondere la propria musica. E, a conti fatti, Bevan continua a rimanere nell'ombra, "fregandosene altamente" delle varie prassi.

A ogni modo, in queste due tracce "spunta fuori" il Burial più desolato. Il misterioso producer della scuderia di Kode9 non fa sconti nemmeno a se stesso. Visti i risultati, il suo stato d'animo di recente deve aver subito un annientamento, qualche colpo profondo. Ovviamente è un'ipotesi, perché nulla trapela all'esterno sul suo conto. Sia l'introduttiva title track, sia la successiva "Beachfires" alimentano un disagio fortissimo, e mettono in luce un climax tanto tetro, quanto estremamente melanconico. È ben presente quindi un continuo "defilarsi dal mondo" messo in scena con la solita ricetta.

Si susseguono una dietro l'altra voci a intermittenza, frattaglie da cinema horror, rumori urbani, conversazioni prese da qualche angolo remoto della sua Londra, e suoni talvolta impossibili da decifrare. In questo schema depressivo, il cui orientamento sonoro giunge a destinazione solo a tratti, spuntano qui e là un orologio a tic tac e poche note al piano che fungono da metronomo e da "melodia" all'insieme. Un insieme comunque nerissimo, da cui traspaiono per l'ennesima volta un immane distacco e la proiezione di un isolamento talvolta eccessiva.

(03/11/2017)

  • Tracklist
  1. Subtemple
  2. Beachfires
Burial su OndaRock
Recensioni

BURIAL

Tunes 2011-2019

(2019 - Hyperdub)
La prelibata cernita dei singoli rilasciati negli ultimi due lustri dal producer londinese

BURIAL

Pre Dawn/Indoors

(2017 - Nonplus)
Tanta cattiveria e selvaggina hardcore nel terzo Ep dell'anno del produttore inglese

BURIAL

Rodent

(2017 - Hyperdub)
Sterzata deep house per William Bevan, con il sostegno adrenalinico di sua maestà Kode9

BURIAL

Young Death/Nightmarket

(2016 - Hyperdub)
L'ennesimo Ep del misterioso e acclamato producer della Hyperdub

BURIAL

Rival Dealer

(2013 - Hyperdub)
L'improvvisa celestialità nel settimo Ep dell'acclamato produttore inglese

BURIAL

Kindred Ep

(2012 - Hyperdub Records)
Cassa dritta, ali spiegate e un'oscura speranza nelle tre tracce del genio inglese

BURIAL

Truant

(2012 - Hyperdub)
Secondo Ep in questo 2012 per l'acclamato produttore londinese

BURIAL

Street Halo

(2011 - Hyperdub)
Tre succulente tracce nell'avvincente Ep di sua maestà William Bevan, aka Burial

BURIAL

Untrue

(2007 - Hyperdub)
Il misterioso produttore londinese aggiorna la sua visione del dubstep

BURIAL

Untrue

(2007 - Hyperdub)
Il capolavoro assoluto del genere dubstep e della musica elettronica del nuovo millennio

BURIAL

Burial

(2006 - Hyperdub)
Il primo Lp di un impenetrabile producer inglese

News
Burial on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.