King Gizzard & The Lizard Wizard

Gumboot Soup

2017 (Heavenly) | psychedelic-rock-pop

Mentre lo spumante sgorgava a fiumi salutando la fine del 2017, gli australiani King Gizzard & The Lizard Wizard concretizzavano il loro folle progetto pubblicando il quinto album dell’anno, rimandandone però la pubblicazione in supporto fisico al mese di maggio 2018. Presentato dallo stesso gruppo come un insieme dissonante di materiale scartato, per motivi tematici non qualitativi, dai restanti quattro progetti targati 2017, “Gumboot Soup” è l’ennesima prova dello stato di grazia creativa della band, nonostante le undici tracce non aggiungano nulla di nuovo a quanto detto finora da Mackenzie e soci.

Sono passati pochi anni da quando i primi riscontri al di fuori dei patri confini aprirono la strada della notorietà alla band australiana, nel frattempo i fan dei King Gizzard si sono moltiplicati con lo stesso ritmo dei bitcoin, con un conseguente fluire di lodi e di attestati d’approvazione da parte del pubblico per qualsiasi scelta creativa. Con queste premesse, diventa sempre più arduo affrontare un disco della band senza incappare nelle prevedibili discordanze di opinioni dei numerosi e affezionati seguaci, soprattutto essendo “Gumboot Soup” già nelle intenzioni un riempitivo o meglio un’appendice a “Flying Microtonal Banana”, “Murder Of The Universe”, "Sketches Of Brunswick East” e “Polygondwanaland”.

L’elemento-chiave dell’ultimo disco dei King Gizzard & The Lizard Wizard è comunque la sua eterogeneità, fonte di sorpresa e meraviglia ma anche di frustrazione emotiva. La band non rispetta regole estetiche né stilistiche: pur abbracciando le logiche della psichedelia, in questa chiave di lettura il carattere onnivoro di “Gumboot Soup” è alla fine l’esegesi perfetta dei presupposti che hanno fatto dei King Gizzard & The Lizard Wizard una delle band più amate della subcultura musicale moderna. Le undici tracce dell’album catalizzano infatti l’attenzione sia del vecchio fruitore e collezionista di vinili ancorato a una ben precisa identità di genere (la psichedelia), sia la moderna generazione musicalmente fluida e figlia del download e dello streaming, confermando dunque l'unicità creativa e la forte personalità della band.

Potenzialmente il quinto capitolo del progetto “5 album in un anno” è per alcuni versi anche il più interessante e completo, non perché riesca a raggiungere le vette dell’ipnotico e lisergico “Polygonwandaland” o i toni stranianti di “Flying Microtonal Banana”, anche il mood estroverso non cattura fino in fondo la magia di “Sketches Of Brunswick East” o il tono militante e nichilista di “Murder Of The Universe”. La ragione che fa di “Gumboot Soup” un album amabile come pochi è invece la sua valenza più terrena e profana.

I trucchetti strategici che allontanano dal torpore l’effimera semplicità di  “Superposition”, il ritmo funky-disco di “Down The Sink”, le poco autorevoli pagine freak di “Greenhouse Heat Death” e “All I Know”, e la fragilità lirica di aliene pop-song come “Barefoot Desert“ e “Beginner’s Luck”, non rivoluzionano il canzoniere dei King Gizzard & The Lizard Wizard, ma lo stimolante gioco dei riferimenti e dei rimandi è l’ennesima dichiarazione del gruppo di coerenza-incoerenza: un ossimoro che fino a questo punto ha solo dato buoni frutti.

(04/04/2018)

  • Tracklist
  1. Beginner's Luck 
  2. Greenhouse Heat Death
  3. Barefoot Desert
  4. Muddy Water
  5. Superposition
  6. Down the Sink
  7. The Great Chain of Being
  8. The Last Oasis
  9. All Is Known
  10. I'm Sleepin' In 
  11. The Wheel 




King Gizzard & The Lizard Wizard su OndaRock
Recensioni

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD

L.W.

(2021 - Flightless)
Album in studio numero 17 e terzo, definitivo capitolo di musica microtonale per il gruppo psych-rock ..

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD

Chunky Shrapnel

(2020 - KGLW/Flightless)
Il documento ufficiale della band di Stu MacKenzie dopo i tre album live per raccogliere fondi per i ..

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD

K.G.

(2020 - KGLW)
Dopo sei album live e una raccolta di demo, la band australiana torna a incidere nuovo materiale ..

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD

Fishing For Fishies

(2019 - Flightless)
Partendo da jam session blues, gli australiani realizzano il loro album pop

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD

Infest The Rats' Nest

(2019 - Ato)
Quota quindici per gli australiani, questa volta alle prese con il thrash-metal e una inedita formazione ..

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD

Flying Microtonal Banana

(2017 - Heavenly)
Il primo dei 5 album che la band australiana promette di pubblicare nel 2017

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD

Murder Of The Universe

(2017 - Heavenly)
Terrore dallo spazio profondo per i maestri della nuova psichedelia australiana

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD WITH MILD HIGH CLUB

Sketches Of Brunswick East

(2017 - Heavenly)
La pubblicazione in cd/Lp del disco estivo offre nuove chiavi di lettura per la band australiana

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD

Polygondwanaland

(2017 - Heavenly/Blood Music)
Il progressive rock si impossessa della funambolica mistura psichedelica della band australiana

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD

Nonagon Infinity

(2016 - Heavenly Recording)
Un'eclatante conferma in chiave hard-rock per il gruppo australiano

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD

Oddments

(2014 - Flightless)
La rivoluzionaria bizzarria psichedelica della band australiana

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD

I'm In Your Mind Fuzz

(2014 - Heavenly Recordings)
Prosegue la trance psichedelica del gruppo australiano

News
King Gizzard & The Lizard Wizard on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.