Teenage Fanclub

Endless Arcade

2021 (Merge / PeMa) | jangle-pop

Quella "Fear Of Flying" che i Teenage Fanclub cantavano all'epoca di "Thirteen" alla fine ha vinto, ed è infatti la paura di volare la principale ragione dell'abbandono avvenuto tre anni fa da parte di Gerry Love. Superfluo ricordare quanto la presenza del musicista fosse fondamentale nel trittico creativo completato da Norman Blake e Raymond McGinley: insieme hanno concepito almeno tre gioiellini discografici e un cospicuo numero di canzoni che sono state fonte d'ispirazione per più generazioni.

Sono passati cinque anni dall'ultimo album "Here", nel frattempo Dave McGowan ha assunto il ruolo di bassista e l'ex Gorky's Zygotic Mynci, Euros Childs, già coinvolto da Blake nel progetto Jonny, è entrato a far parte della formazione, portando nuova linfa non tanto in sede di scrittura quanto in quella delle soluzioni d'arrangiamento.
"Endless Arcade" giunge dopo un intenso rodaggio live e si presenta con una copertina disegnata da H. Hawkline e Euros Child che riporta in auge lo sfondo rosa di "Bandwagonesque". L'immagine è tuttavia meno spensierata e iconica: al sacco con il bottino di un'ipotetica rapina subentrano due loschi figuri tratteggiati con uno stile lievemente surrealista.

Il nuovo album dei Teenage Fanclub è segno del tempo che passa, un punto di riflessione e di possibile ripartenza, un progetto che non offusca le glorie passate, anzi rimacina quanto seminato, lasciando intatto gusto e fragranza. Era prevedibile che una leggera malinconia s'impossessasse della pur sempre felice penna di Blake e McGinley: "Endless Arcade" è difatti l'album più intimo e confessionale mai elaborato dalla band. Le canzoni affrontano l'abbandono e la perdita non solo delle persone care, ma anche delle piccole cose che a volte rendono lieve la vita.
Nessun timore: nonostante il velo di inquietudine i Teenage Fanclub catturano in più di un brano l'antica magia, allontanando i potenziali dubbi sullo stato creativo del nuovo team.

Apre le danze "Home", una ballata agrodolce che sacrifica arpeggi e cambi armonici a favore di un groove jangle-pop che fa da sfondo a un lungo assolo di chitarra che diventa sempre più incandescente. È poi impossibile non riconoscere nella appassionata "The Sun Won't Shine On Me" tutta la potenza degli incastri chitarristici che fecero innamorare Kurt Cobain e che ridisegnarono il concetto di love song, ed è pura estasi l'energia che sprizzano i due minuti di "Warm Embrace", un concentrato di Byrds, new wave e psichedelia allo stato puro.
Alle sopracitate perle fuoriuscite dalla penna di Norman Blake, Raymond McGinley contrappone le decise trame della title track con un frizzante assolo di synth alla Elo e un irresistibile riff nella pur compatta "In Our Dreams", un brano che rinnova lo storico legame della band con i Big Star. Ed è sempre McGinley l'artefice delle due confessioni più intime e oscure del progetto: lascia filtrare atmosfere malinconicamente decadenti in "The Future" e un coraggioso accenno alla mezza età nell'ancor più autunnale "Silent Song".

Forse "Endless Arcade" non soddisfa la brama dei fan per quelle scorribande jangle-pop capaci di smuovere corpo e anima - anche se "Everything Is Falling Apart" sarebbe perfetta per una nuova Summer of love - tuttavia conferma che dietro l'apparente spensieratezza della musica dei Teenage Fanclub c'è ancora tanto da scoprire: provate a resistere al sentimentico romantico di un brano come "Back In The Day".
Anche per dei veterani come Blake e McGinley ogni canzone e ogni nuovo album sono una sfida, e nonostante questa nuova prova non rinnovi i fasti dei vecchi capolavori, ci sono al suo interno un'urgenza emotiva e una voglia di ritornare a confrontarsi con il pubblico che nutrono di speranza e brio un album amabile e ricco di promesse per il futuro.

(25/05/2021)

  • Tracklist
  1. Home
  2. Endless Arcade
  3. Warm Embrace
  4. Everything Is Falling Apart
  5. The Sun Won't Shine On Me
  6. Come With Me
  7. In Our Dreams
  8. I'm More Inclined
  9. Back In The Day
  10. The Future
  11. Living With You
  12. Silent Song




Teenage Fanclub su OndaRock
Recensioni

TEENAGE FANCLUB

Here

(2016 - Merge)
Ritorno dopo sei anni per i fuoriclasse scozzesi, sempre più serafici e impressionisti

TEENAGE FANCLUB

Shadows

(2010 - Merge / Pias)
Il pop-rock della band di Glasgow si fa cadenzato e suadente, in una riproposizione di grande classe

News
Teenage Fanclub on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.