Drones

Feelin Kinda Free

2016 (TFS Records) | alt-rock, urban-blues, garage-psych

La storia musicale australiana ha regalato al mondo tante cult band di grandissimo valore, ma una in particolare in tempi recenti sta lentamente diventando una vera e propria istituzione: parliamo dei Drones di Gareth Liddiard, da Adelaide, che continuano a non sbagliare un colpo, sfornando dischi tanto esemplari quanto eclettici.
"Feelin Kinda Free" mostra la ferma decisione di affrancarsi dall'immaginario garage-psych dei primi lavori e dalla prossimità con la formazione con la quale ogni gruppo alt-rock del nuovissimo continente deve fare i conti: i Birthday Party di Nick Cave.

Anche questa volta lo scarto laterale prodotto dai Drones funziona, sia dal punto dei vista dei testi sia da quello musicale, grazie al disegno di architetture ardite in grado di sposare chitarre, elettronica e sperimentazione (ci riescono molto bene nella doppietta iniziale "Private Investigation"/"Taman Shud").
Tolte di mezzo quasi tutte le influenze del "Re Inchiostro" (ma ne restano inequivocabili tracce nella sofferta "To Think That I Once Loved You") e dell'etilismo waitsiano (ma la conclusiva "Shut Down SETI" pare davvero un apocrifo del caro vecchio Tom), via le cavalcate elettriche ispirate da Neil Young, i Drones del 2016 colpiscono soprattutto quando abbassano i ritmi e si fanno claustrofobici ("Tailwind").

Liddiard e soci ricercano persino congiunzioni con le ritmiche hip-hop ("Boredom") e matrimoni con drum'n'bass e nu-r&b, quasi a voler costruire un ipotetico anello mancante fra Massive Attack e FKA Twigs ("Sometimes", cantata dalla bassista Fiona Kitschin).
Per almeno metà "Feelin Kinda Free" è un disco che sorprende piacevolmente, innovando il taglio musicale dei Drones, per l'altra metà conserva e attualizza le matrici del passato, puntando sì sull'avanguardia, ma riuscendo a colpire al cuore alche con un'obliqua perfect alternative ballad: "Then They Came For Me".

(10/08/2016)

  • Tracklist
  1. Private Execution
  2. Taman Shud
  3. Then They Came For Me
  4. To Think That I Once Loved You
  5. Tailwind
  6. Boredom
  7. Sometimes
  8. Shut Down SETI
Drones su OndaRock
Recensioni

DRONES

I See Seaweed

(2013 - MGM)
La band di Perth alla sua prova di maturitÓ

DRONES

Havilah

(2009 - Atp)
Quinto lavoro per la band di Gareth Libbard, con tutte le carte in regola per diventare un classico ..

DRONES

Gala Mill

(2006 - ATP)

Drones on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.