Style Council

Long Hot Summers: The Story Of The Style Council

2020 (Polydor) | soul-jazz, pop

Ampia retrospettiva, in doppio cd e triplo vinile, per una delle band inglesi di riferimento degli anni 80, per un progetto fortemente voluto da Paul Weller che, chiusa l’avventura Jam, decise di unire le forze con l’amico Mick Talbot, già tastierista nei Dexys Midnight Runners. Coadiuvati dalla voce femminile di Dee C. Lee (futura signora Weller) e dalla batteria di Steve White, produssero un sound che seppe muoversi dal raffinato soul-jazz degli esordi alle altrettanto eleganti derive house-garage di “Promised Land”, passando attraverso morbide ballate pianistiche e hit generazionali rimaste senza tempo, frutto del grande talento compositivo espresso da Weller.

“Long Hot Summers” contiene per gran parte materiale molto noto, e non soltanto ai fan degli Style Council, musica perfetta per fungere da ideale colonna sonora al decennio cool per antonomasia, un pop non necessariamente disimpegnato e sbarazzino, romantico e fatalista, bensì ricco anche di una forte coscienza sociale che esprimeva il disagio emerso durante gli anni contrassegnati dal governo conservatore di Margaret Thatcher.
La caratteristica peculiare di questa raccolta, rispetto ad altre pubblicate in passato, risiede nel fatto che è stata curata con la partecipazione dello stesso Weller, autore di alcune note incluse nel libretto, assieme ad altri contributi di Lois Wilson e dell’attore Martin Freeman e alla riproduzione di numerose foto piuttosto rare.

In scaletta, non soltanto tutte le hit del gruppo, da “You’re The Best Thing”, a “Shout To The Top!” (qui anche in versione strumentale), da “Life At A Top People’s Health Farm” a “It Didn’t Matter”, ma anche diversi brani meno popolari e un paio di inediti: il demo di “My Ever Changing Moods” e una extended version di “Dropping Bombs On The Whitehouse”. Un percorso forse troppo breve ma decisamente significativo, attraverso il quale Weller si rivelò abile nel rielaborare nostalgie del passato per concretizzare una nuova estetica che fungerà da propulsore nello sviluppo della fortunata (e di poco successiva) scena acid-jazz.
A completamento del progetto “Long Hot Summers”, è previsto un documentario che verrà trasmesso durante il 2021 sul circuito televisivo Sky Arte.

(30/12/2020)

  • Tracklist

Cd 1

Headstart For Happiness
Long Hot Summer
My Ever-Changing Moods
Walls Come Tumbling Down!
Party Chambers
Wanted (Or Waiter, There’s…)
Shout To The Top!
It Just Came To Pieces In My Hands
Come To Milton Keynes
Why I Went Missing
Waiting
Ghosts Of Dachau
Down In The Seine 
The Paris Match
Boy Who Cried Wolf
Life At A Top People’s Health Farm
Homebreakers
Dropping Bombs On The Whitehouse (extended version)

Cd 2

Speak Like A Child
The Lodgers (Or She Was Only…)
Money Go Round
You’re The Best Thing
How She Threw It All Away
A Man Of Great Promise
The Piccadilly Trail
A Solid Bond In Your Heart
All Gone Away 
Sweet Loving Ways
Promised Land
Have You Ever Had It Blue
It Didn’t Matter
Spin’ Drifting 
Here’s One That Got Away
A Woman’s Song 
Changing Of The Guard 
My Ever-Changing Moods (demo)
Shout To The Top (instrumental)

Paul Weller su OndaRock
Recensioni

PAUL WELLER

Fat Pop (Volume 1)

(2021 - Polygram)
Pop multiforme e colorato nelle nuove tracce del Modfather, diffuse ad appena dieci mesi da "On Sunset" ..

PAUL WELLER

On Sunset

(2020 - Polydor)
Dieci tracce di raffinato art-pop e quindicesimo album solista per una carriera oramai monumentale ..

PAUL WELLER

True Meanings

(2018 - Parlophone)
Il Modfather compie sessant'anni con un album di raffinato cantautorato

PAUL WELLER

A Kind Revolution

(2017 - Parlophone)
La riscossa del Cappuccino Kid, fresco 59enne, con il suo disco più riuscito da vent'anni a questa ..

PAUL WELLER

Saturns Pattern

(2015 - Parlophone)
Il classico mix di rock e soul nel dodicesimo lavoro solista del Cappuccino Kid

PAUL WELLER

Sonik Kicks

(2012 - Island)
La sbronza mistica del modfather per la kosmische musik

PAUL WELLER

Wake Up The Nation

(2010 - Island)
Proclami politici e slogan anti-tecnologici nel ritorno del Modfather, che ospita Kevin Shields e l'ex-Jam ..

PAUL WELLER

22 Dreams

(2008 - Universal)
Il padrino dei mod festeggia cinquant'anni più in forma che mai

PAUL WELLER

As Is Now

(2005 - V2)
Il Cappuccino Kid celebra nel migliore dei modi il trentesimo anniversario della nascita dei Jam

STYLE COUNCIL

CafÚ Bleu

(1984 - Polydor)
Il manifesto del duo Paul Weller-Mike Talbot, portabandiera del new cool britannico

News
Live Report
Speciali

Style Council on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.