AA. VV.

Foundations

2021 (DEEWEE) | synth wave, electro, italo-disco

Che senso può avere una raccolta nell'era streaming? Poco, forse. Ma nel corso dell'ultimo ventennio, l'etichetta indipendente belga DEEWEE ha saputo curare un catologo dove nomi e sensibilità diverse ruotano attorno a una palette tanto varia quato immediatamente riconoscibile. Partendo dall'ispirazione per Kraftwerk e Giorgio Moroder, passando da Human League e Cabaret Voltaire via Diana Est e Kajagoogoo, questo collettivo di artisti ha costruito un microcosmo tutto suo e "Foundations" ne offre una retrospettiva in ventisette tracce per due ore tonde di beat robotici, tastiere grosse come navicelle spaziali, luci al neon, bottane industriali e altre perversioni sintetiche anni 70 e 80. Come a mettere le mani avanti di fronte a tale abbaglio vintage, l'uso di un celebre apparecchio come l'EMS Synthi 100 viene celebrato direttamente nel qui presente "Movement 6".
 
Fondatori del progetto, i fratelli David e Stephen Dewaele, in arte Soulwax; immancabili le loro "Conditions Of A Shared Belief", che pare rubata ai primi Eurythmics rimasti impressionati dallo studio di Conny Plank, ed "Essential Eleven", giocata tra attitudine no wave e gli esperimenti al vocoder di Laurie Anderson. Ecco anche l'attrice Chloe Sevigny, che su "Heaven Scent" s'infila di sbafo sulla passerella fetish-couture di Leslie Winer col fare di una poetessa intellettualoide, tra paturnie letterarie e i seni al vento di una Madonna (s)vestita da Gaultier. Bizzarra quanto indicativa di uno stile di vita condisivo tra diversi nomi di casa DEEWEE, "Close To Paradise" è una canzo-intervista stile "Giorgio By Moroder" dei Daft Punk, lungo la quale diversi personaggi raccontano a proprio modo la nascita della club culture a Ibiza negli anni 70.
Come membri del quartetto kraut Die Verboten, i fratelli Dewaele con "Aquarius" parlano anche il linguaggio oscuro di un sabba a suon di gelide ventate spaziali stile Hawkwind e un misticismo di casa Anubian Lights. 
 
Tra i tanti altri, vale la pena citare il duo Asa Moto, che rilascia la trascinante "Kifesh" e una "Wanowan Efem" alla quale manca giusto la voce di Grace Jones. Da Macao arriva la pulsante "Wéi" di Bolis Popul, mentre la vischiosa techno di "Burn It Down", a firma Each Other, sembra passata al rallentatore e poi intinta in muscolose linee Hi-NRG. Con "Release Party", l'ex-Klaxons James Righton offre un doveroso tocco glamour da cocktail lunare, "Fifty Dollar Bill" a cura dei londinesi Sworn Virgins è il momentino French touch di turno. 

Immancabile, ovviamente, la fascinosa vocalist brasiliana Emmanuelle con la spettacolare "Italove", forse la traccia più conosciuta dell'intero catalogo, almeno tra i patiti di queste sonorità (anno scorso la ragazza era pure ospite di Populous). Da São Paulo arrivano anche Phillipi & Rodrigo, sempre a metà tra il calore del Sud e gli spigoli sintetici dei Can. Del tutto particolari le percussive nenie africaneggianti di Charlotte Adigéry, mentre un Movulango in uscita solista dai Future Sound Of Antwerp (sempre qui presenti a fine scaletta) offre l'inedita miniatura electro-prog-pop di "Leave".
"Foundations" pulsa e vibra in ogni direzione, la summa del percorso di un gruppo di amatori di quella particolare branca di elettronica a cavallo tra la più estetizzante pista da ballo italodisco e una spaziale synthwave da ascolti notturni e solitari - fa specie proprio il finale electro-house di "Tom Cruise, Scientologist", inacidito e allucinato sin dal titolo rigorosamente sarcastico.

Si può rimanere storditi dalla lunghezza complessiva dell'intera raccolta, ma oltre al solito download in digitale, i patiti del collezionismo possono contare su una preziosa stampa in doppio cd e triplo vinile, che spezza il flusso in un paio di possibili guide all'ascolto. 
Per il resto, lo scopo di "Foundations" è semplice, proprio come lo erano le raccolte di un tempo: portare in luce i nomi e i brani più significativi di un determinato spaccato di mercato. Se durante l'ascolto vi dovesse saltare all'orecchio un pezzo in particolare, tra Spotify e Bandcamp potete trovare praticamente tutto il materiale necessario per andare in esplorazione. Già di suo, "Foundations" rimane comunque un prodotto essenziale per ogni amante del genere.

(26/05/2021)

  • Tracklist
  1. Charlotte Adigéry - Bear With Me (And I'll Stand Bare Before You)
  2. Laima - Disco Pregnancy
  3. Each Other - Burn It Down
  4. Bolis Popul - Moon Theme
  5. James Righton - Release Party
  6. Die Verboten - Aquarius
  7. Soulwax - Heaven Scent feat. Chloe Sevigny
  8. EMS Synthi 100 - Movement 6
  9. Soulwax- Conditions Of A Shared Belief
  10. Soulwax - Close To Paradise
  11. Asa Moto - Kifesh
  12. Laila - The Other Me
  13. Asa Moto - Wanowan Efem
  14. Charlotte Adigéry - Paténipat
  15. Klanken - Drie
  16. Phillipi - 9000
  17. Movulango - Leave
  18. Laima - Home
  19. Emmanuelle - Italove
  20. Sworn Virgins - Take Your Lady
  21. Phillipi & Rodrigo - Paciencia
  22. Extra Credit - Drive Me
  23. Bolis Popul - Wéi
  24. Soulwax - Essential Eleven
  25. Sworn Virgins - Fifty Dollar Bill
  26. Phillipi & Rodrigo - Retrogrado
  27. Future Sound Of Antwerp - Tom Cruise, Scientologist
AA. VV. on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.