Paul Weller

An Orchestrated Songbook

2021 (Polydor) | orchestral pop, songwriter

La carriera di Paul Weller continua a essere oltremodo prolifica, e nonostante una quantità smisurata di tour promozionali e dischi dal vivo, la leggenda vivente di Woking si conferma alla costante ricerca di nuovi stimoli. Questa volta la sfida è trasformare in realtà l'ambizione di cucire un vestitino orchestrale a diciotto songs selezionate dal suo intero percorso artistico. L'occasione si concretizza grazie a un live celebrativo tenuto il 15 maggio del 2021 nel londinese Barbican Centre. Ad accompagnare la voce di Weller, che si pone nella piena consapevolezza di aver scritto canzoni immortali, c'è la Bbc Symphony Orchestra diretta da Jules Buckley.

Lasciati per una volta da parte i brani più energetici, Weller tira a lucido alcuni dei momenti più introspettivi della sua multiforme discografia, che decodificano un "Cappuccino Kid" ormai rasserenato. L'orizzonte temporale prescelto è il più ampio possibile: da "English Rose" e "Carnation", recuperate dal repertorio dei Jam, fino a "Glad Times" e "Still Glides The Stream", contenute nel lavoro targato 2021, "Fat Pop". Tanti gli immancabili evergreen, ma Weller si dimostra orgoglioso anche delle sue produzioni più recenti, mantenendo un occhio di riguardo sia per "On Sunset" (ottimo il recupero di "Rockets", bello il sassofono notturno nella title track), sia per "True Meanings", che ben si presta, visto che era stato realizzato con decisi interventi orchestrali.

Non mancano appassionati ricordi dell'epoca Style Council ("My Ever Changing Moods", l'inattesa "It's A Very Deep Sea", dal canto del cigno "Confessions Of A Pop Group"), e l'inevitabile sguardo alle eccellenze del primo periodo solista ("You Do Something To Me" emoziona sempre come la prima volta).
Tre gli ospiti, che in realtà poco aggiungono alla straordinarietà di canzoni che non hanno bisogno di particolari maquillage per continuare a splendere di luminosa bellezza: Boy George in "You're The Best Thing", James Morrison in "Broken Stones" e Celeste - suo il contributo più interessante - in "Wild Wood".

(17/02/2022)

  • Tracklist
  1. Andromeda
  2. English Rose
  3. My Ever Changing Moods
  4. On Sunset
  5. Carnation
  6. Glad Times
  7. Broken Stones (feat. James Morrison)
  8. Gravity
  9. It's A Very Deep Sea
  10. Bowie
  11. Equanimity
  12. You're The Best Thing (feat. Boy George)
  13. Still Glides The Stream
  14. Movin' On
  15. Wild Wood (feat. Celeste)
  16. Rockets
  17. You Do Something To Me
  18. White Horses


Paul Weller su OndaRock
Recensioni

PAUL WELLER

Fat Pop (Volume 1)

(2021 - Polygram)
Pop multiforme e colorato nelle nuove tracce del Modfather, diffuse ad appena dieci mesi da "On Sunset" ..

PAUL WELLER

On Sunset

(2020 - Polydor)
Dieci tracce di raffinato art-pop e quindicesimo album solista per una carriera oramai monumentale ..

STYLE COUNCIL

Long Hot Summers: The Story Of The Style Council

(2020 - Polydor)
Ampia retrospettiva per una delle band inglesi di riferimento degli anni 80

PAUL WELLER

True Meanings

(2018 - Parlophone)
Il Modfather compie sessant'anni con un album di raffinato cantautorato

PAUL WELLER

A Kind Revolution

(2017 - Parlophone)
La riscossa del Cappuccino Kid, fresco 59enne, con il suo disco più riuscito da vent'anni a questa ..

PAUL WELLER

Saturns Pattern

(2015 - Parlophone)
Il classico mix di rock e soul nel dodicesimo lavoro solista del Cappuccino Kid

PAUL WELLER

Sonik Kicks

(2012 - Island)
La sbronza mistica del modfather per la kosmische musik

PAUL WELLER

Wake Up The Nation

(2010 - Island)
Proclami politici e slogan anti-tecnologici nel ritorno del Modfather, che ospita Kevin Shields e l'ex-Jam ..

PAUL WELLER

22 Dreams

(2008 - Universal)
Il padrino dei mod festeggia cinquant'anni più in forma che mai

PAUL WELLER

As Is Now

(2005 - V2)
Il Cappuccino Kid celebra nel migliore dei modi il trentesimo anniversario della nascita dei Jam

STYLE COUNCIL

CafÚ Bleu

(1984 - Polydor)
Il manifesto del duo Paul Weller-Mike Talbot, portabandiera del new cool britannico

News
Live Report
Speciali

Paul Weller sul web