Omd

Storia di una modernità

di Marco Bercella

Feticisti della tecnologia dall'animo romantico, gli Orchestral Manoeuvres In The Dark hanno incarnato una delle esperienze emblematiche di un decennio, ma anche qualcosa di più. Capaci di coniare un sound inedito innervando la facilità d’ascolto con dosi mirate d’elettronica d’avanguardia, con la loro musica retrofuturista sono tuttora un punto di partenza per molti musicisti che si misurano col nuovo pop

Omd

Discografia
 ORCHESTRAL MANOEUVRES IN THE DARK

 

  

 

Orchestral Manoeuvres In The Dark (Din Disc Virgin, 1980)

8

Organisation (Din Disc Virgin, 1980)

9

Architecture And Morality (Din Disc Virgin, 1981)

8,5

Dazzle Ships (Virgin, 1983)

8

 Junk Culture (Virgin, 1984)

5

 Crush (Virgin, 1985)

6

 The Pacific Age (Virgin, 1986)

4,5

 The Best (antologia, Virgin, 1988)

7

 Sugar Tax (Virgin, 1991)

7

 Liberator (Virgin, 1993)

5,5

 Universal (Virgin, 1996)

4

 The Omd Singles (antologia, Virgin, 1998)

6,5

 The Peel Sessions (Virgin, 2000)

6,5

 Navigation — The Omd b-sides (Virgin, 2001)

7

 History Of Modern (Blue Noise, 2010)   5
 English Electric (BMG, 2013)   6,5
   
 THE LISTENING POOL 
   
 Still Life (Telegraph Records, 1994)

4

   
 ONETWO 
   
 Instead (ThereThere Music, 2007)

6

pietra miliare di OndaRock
disco consigliato da OndaRock

 

OMD su OndaRock
Recensioni

OMD

English Electric

(2013 - BMG)
Il secondo disco dopo la reunion all’insegna di un sincero ritorno alle origini

OMD

History Of Modern

(2010 - Blue Noise)
A ben quattordici anni dall'ultimo album in studio, torna insieme una delle band culto degli anni 80


Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per finalità commerciali e di pubblicità.
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.
Continua