Sick Luke

X2

2022 (Universal) | trap, pop-rap, it-pop

Sick Luke, Sick Luke

Luca Antonio Barker ha trovato una via d'uscita dalla palude della trap, che pure ha frequentato a lungo anche grazie al sodalizio con la Dark Polo Gang.
Figlio del Duke Montana del TruceKlan, la più estrema manifestazione dell'hip-hop nostrano, questo classe 1994 ha prodotto beat anche per nomi come Sfera Ebbasta, Luchè, la Machete Crew, Izi, Gué Pequeno, Emis Killa e Ghali e come Sick Luke è diventato uno dei nomi di riferimento del nostro pop-trap, insieme a Charlie Charles. Solo adesso arriva a un vero album solista, dopo vari mixtape.

Per "X2", un riferimento alla sua famosa producer tag ("Sick Luke, Sick Luke"), ha raccolto il contributo di tante voci per unire rime trap e melodie it-pop. Si incontrano Tedua e Gazzelle su "Notte scura", per un emo-trap malinconico con ritornello melodico, e per la drammatica "Creatur" intervengono Geolier, uno dei più talentuosi della sua generazione, e quell'Ernia già conosciuto per la sua capacità di fare l'hardcore-hip-hop e l'intimista: è un gioiello del produttore titolare, che rilegge le mitragliate trap per piegarle a battiti elettronici e pianoforte classico.

Non mancano spostamenti verso un pop più ruffiano (per esempio "Il giorno più triste del mondo", con Mecna e Ariete; il folk-pop ballabile di "La strega del frutteto" con Madame e Chiello) e casi in cui gli ospiti sono troppo ingombranti per non prevalere ("Solite pare", con Sfera Ebbasta e tha Supreme; la bombastica "Dreams Team", con Tedua, Capo Plaza, Pyrex e Shiva), ma più spesso Sick Luke funge da collante come un nostrano Travis Scott e impasta Coez, Franco126 e Ketama126 sulla cupa filastrocca di "Falena" e congiunge l'immediatezza di Ghali e la volgarità di Tony Effe sul motivetto sognante, quasi vaporwave, di "Hentai".

Quando Jake La Furia incontra Fabri Fibra su un possente esempio di trap pianistica, Izi s'aggiunge come un androide con l'autotune che smonta un'estetica neoclassica: "Faccio cose" è un perfetto meccanismo a orologeria. In "Clochard" vivacizza il delivery caratteristico ma monocorde di Taxi B con una pesante post-produzione: è il trucco più vistoso di un album che incessantemente alterna trucchi del mestiere, ormai pienamente nel linguaggio del nostro pop-trap, con la voglia di osare qualcosa di più, anche chiamando all'appello schegge impazzite come Cosmo e Pop X ("Funeral Party").

Nella chiusura affidata a "Libertà" rappa in prima persona, col padre, ad aggiungere qualcosa di personale a un esordio fantasioso e ricco di spunti. Utile come vetrina per rilanciarsi, anche ora che la trap è meno dominante e si contamina volentieri con pop ed elettronica, "X2" è l'occasione per immortalare in modo più compiuto un produttore che già ha saputo lasciare la sua firma nella scena. Insieme a "Mattoni" di Night Skinny e a "OBE" di Mace, uno dei producer album consigliati di questi anni. La classifica di Spotify certifica l'apprezzamento di un'ampia parte degli utenti italiani.

(21/01/2022)

  • Tracklist
  1. Notte scura (feat. Gazzelle & Tedua) 
  2. Creatur (feat. Geolier & Ernia) 
  3. Il giorno più triste del mondo (feat. Ariete & Mecna)
  4. Solite pare (feat. Tha Supreme & Sfera Ebbasta) 
  5. Falena (feat. Franco126, Coez & Ketama126) 
  6. Dream team (feat. Pyrex, Capo Plaza, Tedua & Shiva) 
  7. Hentai (feat. Ghali & Tony Effe) 
  8. La strega del frutteto (feat. Chiello & Madame) 
  9. Clochard (feat. Taxi B & Pyrex) 
  10. Sogni matti (feat. Leon Faun & Drast) 
  11. Faccio cose (feat. Jake La Furia, Fabri Fibra & Izi) 
  12. Mosaici (feat. Gaia & Carl Brave) 
  13. Temporale (feat. Ketama126, Izi & Luchè) 
  14. Funeral party (feat. Cosmo & Pop X) 
  15. Pezzi da 20 (feat. Emis Killa & Side Baby) 
  16. Camel e malinconia (feat. Psicologi & CoCo) 
  17. Libertà (feat. Duke Montana) 
Sick Luke on web