Rock in Onda

La rinascita del post-punk

Nuove invettive per la Generazione Z

di Claudio Fabretti
La rinascita del post-punk degli ultimi dieci anni al centro della nuova puntata di Rock in Onda, il programma condotto da Claudio Fabretti tutti i mercoledì dalle 12 alle 14 sulle web-frequenze di Radio Città Aperta (www.radiocittaperta.it).
Dalle atmosfere psicotiche dei Fat White Family al gospel rock incendiario degli Algiers, dalle invettive della scena inglese di Shame, Sleaford Mods e Idles al girl-power di Goat Girl e Savages, dalla nuova Detroit febbricitante dei Protomartyr alla rinascita irlandese di Fontaines DC, Girl Band e Murder Capital: dalla metà degli anni 10 è tutto un fiorire di nuove band post-punk, le raccontiamo attraverso una scaletta di 22 brani. Ascolta online.

Ascolta o scarica gratuitamente il podcast:


La rinascita del post-punk

Il rock è morto? Neanche per sogno. Almeno stando a una nuova generazione di band che sta infiammando la scena mondiale degli ultimi anni, a partire soprattutto dalla seconda metà degli anni Dieci, all'insegna di canzoni brevi e rabbiose, colme di adrenalina e invettive al fulmicotone. Il nuovo post-punk suona però diverso dalla operazione revival della nu new wave di inizio millennio, capitanata da Strokes, Interpol, Editors, Franz Ferdinand e compagnia. Mentre infatti quei gruppi denotavano una comune matrice pop, che accentuarono progressivamente nei lavori successivi, così come il filone più funk-punk finì presto per virare verso la dance - con i vari Rapture, Lcd Soundsystem e !!! - le band post-punk di questi ultimi anni sono più intransigenti. Le loro canzoni sono più aspre, spigolose e dissonanti, nel solco soprattutto di band seminali dell'epoca d'oro post-punk come Fall e Wire. Ecco allora le atmosfere psicotiche dei Fat White Family, il gospel rock incendiario degli Algiers, la nuova Detroit febbricitante dei Protomartyr, l'esuberante scena inglese di Shame, Sleaford Mods e Idles, i gelidi psicodrammi alla Cave dei danesi Iceage, il girl-power di Goat Girl e Savages e la rinascita irlandese sotto le stelle luminose di Fontaines DC, Girl Band e Murder Capital: tanti volti e sfaccettature di un movimento che ha riportato le sonorità e i temi del post-punk al centro della ribalta internazionale. E anche l'Italia, rappresentata in questa scaletta dai Soviet Soviet, non è rimasta a guardare.

Vi ricordiamo di iscrivervi alla pagina Facebook di Rock in Onda, presso la quale potrete sempre trovare i podcast da scaricare, più le scalette integrali e tutte le news relative alla trasmissione.
Inviateci pure commenti, suggerimenti e proposte per le prossime puntate, su Facebook e all'indirizzo mail: rockinonda@ondarock.it Sarà un piacere costruire le scalette anche grazie al vostro contributo.

rockinonda_home2_01

Playlist
Scaletta del programma
 
  1. Fat White Family – Touch The Leather
  2. Sleaford Mods – Face To Faces
  3. Idles – Mother
  4. Protomartyr – Here Is The Thing
  5. Iceage - Glassy Eyed, Dormant And Veiled
  6. Algiers – Cleveland
  7. Ought – Sun Coming Down
  8. Savages – Adore
  9. Goat Girl - Viper Fish
  10. Priests – Pink White House
  11. Cabbage - Arms Of Pleonexia
  12. Shame – One Rizla
  13. Black Midi - Speedway
  14. Girl Band - Couch Combover
  15. Fontaines DC – Love Is The Main Thing
  16. Murder Capital – Green & Blue
  17. B Boys - Energy
  18. Moaning - Tired
  19. Squid – Match Bet
  20. The Wants – Fear My Society
  21. Preoccupations - Espionage
  22. Soviet Soviet – Endless Beauty


Base strumentale: Fat White Family - Feet (Parrot And Cocker Too Remix (Instrumental)

 

Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.